Il 18 ottobre diventerà la Giornata Europea della Cravatta?

L’indice di gradimento delle cravatte è quanto di più eterogeneo possa esistere. Mentre per alcuni uomini si tratta di accessori indispensabili per le quotidiane attività lavorative, altri invece le considerano riservate alle grandi occasioni. E poi ci sono i super-appassionati che addirittura, ogni anno, si riuniscono per festeggiare i loro accessori preferiti con le consuete celebrazioni dell’International Necktie Day, e che si stanno impegnando per ufficializzare i festeggiamenti in sede UE.

Dipinto con soldato croato seicentesco

Soldato croato del XVII secolo

Il termine “cravatta” è un’italianizzazione dell’antico termine che si riferiva alle persone di nazionalità croata. Nel diciassettesimo secolo, infatti, i mercenari provenienti da questa area geografica indossavano intorno al collo delle distintive strisce di tessuto rosse che i francesi trasformarono poi nelle prime cravatte della storia, e che a loro volta furono i capostipiti degli accessori moderni che tutti conosciamo.

Così, non deve stupire che gli inventori della cravatta siano attaccatissimi alla loro storica tradizione, al punto che ogni anno, il 18 ottobre, i croati celebrano l’International Necktie Day (la Giornata Internazionale della Cravatta) insieme agli aficionados di molti altri paesi del mondo.

Soldato croato in rievocazione storica

Fonte: patosan.com

Ma c’è di più: oltre ai festeggiamenti, si sta lavorando al riconoscimento ufficiale da parte delle istituzioni europee di questa giornata attraverso una proposta di risoluzione presentata lo scorso maggio. Appellandosi all’articolo 133 del Parlamento Europeo, i promotori dell’iniziativa hanno chiesto l’istituzione della Giornata Europea della Cravatta sulla base di cinque punti, che affermano che la cravatta è meritevole del riconoscimento in quanto:

  1. Ha origini europee antichissime, risalenti al Seicento;
  2. È ormai un “elemento imprescindibile dell’abbigliamento” di diffusione mondiale;
  3. È assurta, col passare del tempo, al rango di vero e proprio “simbolo della moda europea”;
  4. È considerata un “simbolo di dignità e solennità”, ma anche di “rispetto e sicurezza di sé”, così come di “successo e diplomazia”;
  5. È diventata anche un simbolo istituzionale UE, dal momento che è un accessorio obbligatorio per il paese che si insedierà alla guida del consiglio europeo nel semestre di pertinenza.

Alla luce di questi inequivocabili fatti, sia storici che contemporanei, alla Commissione è stata richiesta l’istituzione di una giornata di celebrazioni che riconosca la cravatta come “parte del patrimonio culturale, dell’identità, della comunicazione e del design europei”, così da poter “preservare e rafforzare i legami interpersonali tra gli europei e i loro rapporti con il mondo intero”.

Come andrà a finire? Si attende ancora una risposta ufficiale da parte delle istituzioni, ma una cosa è certa: chi vorrà a suo modo sostenere la causa, potrà farlo acquistando per sé e per gli altri delle belle cravatte rosse che evochino il passato di questo antico accessorio e magari, perché no, gli ottimi modelli di qualità sartoriale Made in Italy del portale di e-commerce Andrew’s Ties.

Cravatta jacquard rosso Ferrari

Cravatta jacquard rosso Ferrari

Cravatta regimental giallo & rosso

Cravatta regimental giallo & rosso

Cravatta rosso intenso

Cravatta rosso intenso