Annodare la cravatta: impariamo ad eseguire il nodo doppio

Chi ha familiarità con il nodo semplice potrà eseguire con un solo passaggio in più il nodo doppio, una variante del classico “Four-in-hand”. Se, al contrario, per voi i nodi di cravatta fossero ancora un universo sconosciuto tutto da esplorare, in questo articolo potrete scoprire come si esegue alla perfezione il nodo doppio. 

Come fare il nodo doppioQuello doppio è un nodo davvero veloce da eseguire, e consente di annodare la cravatta creando un effetto di maggior “riempimento”. La base di partenza è rappresentata dal nodo semplice, con la sola differenza che durante l’esecuzione si compiono due giri – al posto di uno solo – a livello della gambetta.

Ma ecco, nel dettaglio, i passaggi che vi consentiranno di creare con le vostre mani, in men che non si dica, un perfetto nodo doppio:

  • Indossate la camicia e chiudetela sino all’ultimo bottone, alzando il colletto.
  • Fate passare la cravatta intorno al collo, lasciando che l’estremità più larga (“gamba”) sia di lunghezza superiore a quella più sottile (“gambetta”).
  • Sovrapponete la gamba alla gambetta, e fatela passare dietro, sino a farla uscire nuovamente sul davanti.
  • Ripetete una seconda volta questo giro, mantenendo un dito nell’anello formato dal sovrapporsi delle due falde.
  • Prendete la gamba, sollevatela verso l’alto e fatela passare nel doppino tra collo e cravatta, infilando poi questo lembo nello spazio in cui si trovava il vostro dito (Nota Bene: a seconda delle preferenze è possibile infilare la gamba sia nell’anello interno che in quello esterno).
  • Con delicatezza, sfilate il dito e aggiustatevi la cravatta sino a quando il nodo non avrà raggiunto l’altezza desiderata.

Conosciuto anche come “nodo Victoria”, “doppio semplice” o “nodo Prince Albert” (in onore del principe Alberto d’Inghilterra), il nodo doppio è molto diffuso grazie alla sua semplicità di esecuzione e alla sua versatilità.

Poiché quello che ne deriva è un nodo piuttosto voluminoso, questa tecnica è ideale per i tessuti più sottili, come ad esempio le cravatte di seta, mentre se ne sconsiglia l’utilizzo quando si deve indossare una cravatta in maglia o velluto.

Cravatta tinta unita rossa

Cravatta tinta unita rossa

Cravatta in seta strutturata color bianco

Cravatta in seta strutturata color bianco

Cravatta blu a pois gialli

Cravatta blu a pois gialli