Impariamo a usare gli spilli da cravatta

Che la si indossi ogni giorno per lavoro, o solamente nelle occasioni speciali, la cravatta è sempre vista come il classico “ultimo tocco” per completare la propria mise formale. Ma si tratta davvero dell’ultimo? Non necessariamente: l’accessorio può essere infatti tenuto al suo posto con uno spillo da cravatta, dettaglio che non passerà certo inosservato agli amanti dell’estetica.

Cravatta elegante di colore azzurro tenuta ferma da uno spillo d'argentoAvete imparato ad annodare la cravatta utilizzando le più diverse tecniche; siete riusciti a scoprire tutti i trucchi degli accostamenti di colori e di fantasie; siete ora ferratissimi su tessuti, tagli e rifiniture. Ora non vi manca che una cosa per sfoggiare un abbigliamento impeccabile: scoprire come si indossano gli spilli da cravatta, accessori un po’ in disuso che varrebbe tuttavia la pena di riscoprire e valorizzare.

La loro origine risale all’Ottocento, quando tra le fasce più abbienti della popolazione inglese questi piccoli oggetti in metallo diventarono un must di eleganza poiché realizzati con metalli preziosi riccamente decorati. Senza nulla togliere, poi, alla loro praticità, dal momento che gli spilli erano indispensabili per tenere ferme le cravatte mentre si cenava o ci si trovava all’aria aperta.

Come si utilizzano questi ricercati accessori? Iniziamo dalla posizione: supponendo di dividere la lunghezza della cravatta in tre parti uguali, lo spillo va collocato nel terzo superiore. Nel caso si indossasse anche un gilet o un doppiopetto, deve essere mantenuta una distanza appropriata dalla “V” del tessuto.

Dopo aver rimosso l’estremità che ne protegge la punta, lo spillo va infilato esattamente al centro della cravatta attraversando entrambi i lembi sino a farne emergere solamente la sua parte finale decorata. Dopodiché l’accessorio va fatto passare dentro e fuori la camicia (un po’ come se si stesse cucendo), ritrovandosi con la punta compresa tra camicia e cravatta; a questo punto si riposiziona la chiusura dello spillo.

Data la loro natura, gli spilli sono destinati inevitabilmente a rovinare la cravatta poiché ne trapassano il tessuto da parte a parte ed è per questo motivo che è bene scegliere modelli resistenti come ad esempio le cravatte in maglia o le cravatte in seta di alta qualità.

Infine, un consiglio: accertatevi di avere la massima libertà nei movimenti prima di bloccare definitivamente la vostra cravatta con lo spillo, altrimenti potreste rischiare di strapparne il tessuto. E ora, finalmente, siete pronti per sfoggiare un abbigliamento degno di un lord inglese!

 

Cravatta in maglia gialla con righe

Cravatta in maglia gialla con righe

Cravatta in seta color bordeaux

Cravatta in seta color bordeaux

Cravatta in maglia viola con righe

Cravatta in maglia viola con righe